L'uovo di Pasqua che fa bene al cuore

.

L’uovo di Pasqua è la tradizione irrinunciabile per la gioia di gran parte di adulti e bambini.

 

uova-di-cioccolato

 

Vi siete mai chiesti da dove nasce questa usanza?

 

Bisogna partire da Persiani, Greci ed Egizi, dove per quest’ultimi, l’uovo rappresentava il fulcro dei quattro elementi: terra, aria, fuoco, acqua. I Persiani erano soliti scambiarsi uova di gallina decorate a mano, in concomitanza con l’arrivo della stagione primaverile.

 

uova-decorate

 

Nei paesi nordici, in molti scavi archeologici, sono state ritrovate uova di creta nei sepolcri, in quanto rappresentava la continua rinascita del ciclo di vita.

 

Un simbolo quindi sacro, legato alla reincarnazione e alla vita.

 

 

Lo stesso significato legato alla vita e rinascita, seppur in relazione alla morte e resurrezione di Cristo, è attributo dai cristiani.

 

L’uovo di Pasqua è in se un sasso privo di vita, come lo è il sepolcro di pietra nel quale è stato deposto Gesù, ma al suo interno, colui che sembrava morto, rinasce a nuova vita mediante la resurrezione.

 

La tradizione di scambio delle uova decorate nel periodo della Pasqua sembra però essersi diffusa nel periodo del medioevo e l’usanza si estese sino ai salotti del lusso.

 

Decorati con argento, platino e oro e destinati agli aristocratici e ai nobili.

 

Passando per il preziosissimo uovo d’oro di Peter Carl Fabergè, si è arrivati all’usanza dell’uovo di cioccolato, sembra a partire dalla corte di re Luigi XIV, per poi estendersi in Germania.

 

uovo-faberge

 

Giunge sino in terra italiana, con prototipi torinesi risalenti all’epoca del settecento che vedevano la creazione di uova di cioccolato cave, con posto al suo interno un piccolo dono.

 

Colomba e uovo pasquali ormai non mancano sulle tavole di ognuno di noi, ma nel momento in cui dovete scegliere quale cioccolato gustare, come vi orientate?

 

I classici al latte, fondente, bianco, con nocciole oppure con peperoncino, vaniglia, zenzero.

 

Un’infinità di gusti ma la materia prima, come è fatta, da dove proviene?

 

Se volessimo fare una scelta etica, come scegliere?

 

Il cacao è una delle scoperte più gustose che sia stata fatta e importata nel nostro continente ma se dovessimo prendere in considerazione come al giorno d’oggi viene coltivato e prodotto, l’amaro in bocca è ben più forte di quello di un cioccolato fondente al 99%.

 

Lo sappiamo bene che le popolazioni che coltivano le piante dalle quali si ricava questa prelibatezza, non vivono nel benessere dell’alta borghesia. O meglio, il circuito di adulti e bambini che vengono sfruttati, è all’ordine del giorno.

 

C’è un’alternativa che ci permette di poter consumare un uovo di Pasqua  dove tutto questo non avviene?

 

Certo. L’alternativa si chiama FAIRTRADE.

 

In un periodo nel quale i cambiamenti climatici mettono a dura prova la resistenza delle piante di cacao del Perù e il prezzo delle fave di cacao è molto basso, i progetti Fairtrade, aiutano a rendere sostenibile la vita degli agricoltori, garantendo loro il prezzo minimo Fairtrade delle fave e al contempo stesso, dando un guadagno aggiuntivo, in modo tale da poterlo utilizzare per il sostentamento della famiglia e il benessere della comunità.

 

 

Il marchio che contraddistingue queste uova speciali, come mi piace definirle, è quello classico del Fairtrade.

 

marchio-fairtrade

Foto: fairtrade.ca

 

Acquistando un uovo di Pasqua solidale Fairtrade, il gusto che potrete assaporare quest’anno facendo questa scelta consapevole, sarà sicuramente molto più buono di ogni altro cioccolato mangiato fino ad oggi.

 

Per il tuo matrimonio biologico, il marchio Fairtrade può essere una guida nelle scelte che farai?

 

Scoprilo guardando i VIDEO GRATUITI che ho creato appositamente per te che stai cercando una guida per organizzare il tuo matrimonio biologico.  

 

CLICCA QUI  per accedere direttamente ai video!

 

Ciao e BUONA PASQUA!

 

logo WeddingBio

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

“IL MATRIMONIO BIO”

La prima guida dedicata agli sposi per imparare a progettare il proprio matrimonio Total Bio

Matrimonio Bio

ECCO COSA IMPARERAI APPENA INIZIERAI A LEGGERE “IL MATRIMONIO BIO”:
- Come destreggiarti nel mercato per trovare ciò che desideri.
- Come evitare le fregature.
- A usare il metodo da me creato, per raggiungere l’obiettivo finale in serenità e senza perderti pezzi per strada.

SCARICA GRATIS
IL PRIMO CAPITOLO DEL LIBRO

Commenti recenti

    WeddingBio

    via Trieste 58, 33082 Azzano Decimo (PN) - P.IVA: 01806890933 - C.F.: 01806890933